Memoria

Semi di legalità. Ossigeno partecipa al progetto pugliese sulla memoria

Incontri nelle scuole della Diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie sui cronisti che “Cercavano la verità” organizzati dal Settore Giovani dell’Azione Cattolica

OSSIGENO 28 settembre 2021 – Nel territorio di Trani-Barletta-Bisceglie, le storie dei giornalisti italiani uccisi dalla criminalità organizzata saranno il tema di una serie di incontri con gli studenti delle scuole aderenti al progetto “Semi di legalità – la legalità è un gioco da ragazzi”, promosso dal Settore Giovani della Diocesi, che ha invitato Ossigeno per l’informazione a partecipare, a raccontare alle ragazze e ai ragazzi delle classi quarte e quinte delle scuole secondarie superiori la vita e l’esempio di  Mauro De Mauro, Cosimo Cristina, Giovanni Spampinato, Pippo Fava, Mario Francese, Beppe Alfano, Peppino Impastato, Mauro Rostagno, Giancarlo Siani e altri cronisti uccisi come loro perché “cercavano la verità”. Ossigeno ha aderito all’invito con entusiasmo.

IL PROGETTO – “Semi di legalità” è nato in vista del trentesimo anniversario dalle stragi di mafia del 1992 in cui hanno perso la vita i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il progetto gode del sostegno della Prefettura di Barletta-Andria-Trani, della provincia Bat e dei sette comuni della Diocesi. Da ottobre 2021 a maggio 2022 si alterneranno diverse iniziative rivolte a grandi e piccoli: letture animate per bambini e ragazzi all’interno di librerie e biblioteche locali, presentazioni di libri, testimonianze, conferenze. Per le scuole è previsto un percorso su memoria e legalità: forum, attività laboratoriali, mini progetti, concorsi. Tutte le iniziative saranno raccontate sul sito www.semidilegalita.it e sui canali social del progetto (facebookinstagram)

CERCAVANO LA VERITÀ – Far conoscere le storie umane e professionali dei giornalisti italiani uccisi dalle mafie (leggi), affinché sia valorizzato il tema della difesa del diritto-dovere all’informazione. Questo l’obiettivo del percorso a cui prenderà parte Ossigeno attraverso format specifici rivolti agli studenti. In primavera è prevista anche la consegna del Pannello della Memoria alla presenza dei sindaci delle città della Diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, degli studenti aderenti al progetto e di giornalisti impegnati in prima linea in terre di mafia. GA

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.