ASR e Ossigeno a senatori Pd: introdurre nuovo reato di ostacolo all’informazione

Questa parte finale di legislatura è il momento giusto, hanno detto al capogruppo Simona Malpezzi e al rappresentante in Commissione Giustizia Franco Mirabelli

Una delegazione di rappresentati dell’Associazione Stampa Romana, guidata dal segretario Lazzaro Pappagallo, e di Ossigeno per l’informazione, guidata dal presidente Alberto Spampinato, ha incontrato a Palazzo Madama la presidente del gruppo parlamentare Pd del Senato, sen. Simona Malpezzi, e il capogruppo Pd in Commissione Giustizia, sen. Franco Mirabelli.

La delegazione – composta da giornalisti e dall’avv. Andrea Di Pietro, esperto di diritto dell’informazione – ha illustrato la proposta di introdurre per legge una  norma penale per prevedere il reato di ostacolo all’attività giornalistica. L’approvazione di questa norma consentirebbe di proteggere molto meglio i cronisti, com’è necessario, dalle aggressioni e minacce che subiscono mentre svolgono il loro lavoro. La professione giornalistica, è stato sottolineato, merita protezione in quanto al servizio del diritto all’informazione, tutelato dalla Costituzione ed essenziale per la democrazia e la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.

Lo scorcio finale di questa legislatura, hanno sottolineato ASR e Ossigeno, deve essere utilizzato per affermare, in questo modo, la volontà di consolidare le tutele giuridiche ed economiche dei giornalisti.

Nel corso dell’incontro, le parti hanno condiviso l’idea che un paese civile e libero, rispettoso dello stato di diritto, debba rovarsi unito nella difesa e nella tutela dei giornalisti, attraverso la creazione di un sistema normativo ad hoc.

Anche per questa ragione, e allo scopo di proteggere soprattutto i soggetti che all’interno della loro categoria godono di minori tutele, ASR e Ossigeno  hanno chiesto notizie sul percorso parlamentare delle leggi sulle liti temerarie e sulla diffamazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.