Libertà di stampa

Monetti (Odg): Informare e essere informati è un diritto

Perciò, ha detto a nome dell’Ordine nazionale, chi minaccia un giornalista danneggia tutti i cittadini e merita di essere difeso da tutti. Sostegno a chi con la cronaca illumina il malaffare

“Nessun cittadino deve essere minacciato. Ma quando si minaccia un giornalista si minaccia il diritto di tutti i cittadini ad essere informati”. Nadia Monetti, consigliere dell’Odg nazionale, lo ha sottolineato lunedì 22 ottobre 2018 nella Sala Koch di Palazzo MAdama, a Roma, nell’intervento al convegno organizzato da Ossigeno per l’Informazione in occasione della Giornata mondiale, indetta dall’Onu, per mettere fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti.

Monetti ha ricordato che di recente il Consiglio nazionale ha approvato le linee guida della riforma dell’Ordine che di chiamerà “ordine del giornalismo, per sottolineare la funzione di questa professione”. Inoltre ha ribadito l’impegno a sostenere i cronisti minacciati dalla criminalità con il progetto della “scorta mediatica”. Questa, ha sottolineato la delegata dell’Odg, vale per tutti i cittadini che sostengono i valori della Costituzione: “non è ammissibile che ci servano degli eroi perché la collettività si ritrae a un dovere che è di tutti”.

RDM – COT

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.