Memoria

21 marzo. Pappagallo (Asr): garantire assicurazione ai freelance di guerra in Ucraina

La proposta del segretario del sindacato del Lazio all’evento di Ossigeno. Il ruolo dei cronisti in guerra è punto di verità. Fermiamo la disinformazione

OSSIGENO 21 marzo 2022 – I giornalisti freelance sono “liberi per virtù ma non dalla necessità”. Così il segretario dell’associazione Stampa Romana, Lazzaro Pappagallo, sulla condizione dei corrispondenti di guerra attualmente in Ucraina. Pappagallo è intervenuto al convegno di Ossigeno presso la Casa del jazz di Roma, in ricordo di Ilaria Alpi (leggi il programma).

“La guerra è una situazione in cui i problemi si esasperano – prosegue – Mai come in zone di guerra abbiamo una, seppur teorica, pluralità di fonti: le vittime dell’orrore, che filmano tutto. Ma questa enorme produzione di notizie va filtrata, perché al suo interno raccoglie anche tanta disinformazione. Il ruolo dei giornalisti rappresenta un punto di verità perché sono testimoni di ciò che hanno intorno”.

Parlando più in generale della condizione dei cronisti, Pappagallo propone di “assicurare a tutti – precari e dipendenti – i diritti economici, di sicurezza e di lavoro”, auspicando che i giornalisti “siano messi il più possibile nella condizione di conoscere e raccontare la realtà”.

DAr

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.