Osservatorio

Avvistamenti 16-29 gennaio: 20 minacciati

= 14 violazioni accertate dal 16 al 29 gennaio 2019
Ne sono vittima Marco Benanti, Enzo Basso e Graziella Lombardo (Sicilia), Paolo Borrometi (Lazio), Gianni Galeotti e accompagnatore (Emilia Romagna) Giampiero De Luca (3 episodi) (Campania), Luca Pagni, Enrico Currò, Carlo Festa e Tobia de Stefano (Lombardia), Gabriele Cocchi (Liguria). Il contatore di Ossigeno segna 29 nomi di giornalisti minacciati in Italia nei primi 29 giorni del 2019

= altre 6 intimidazioni ritenute molto probabili
Nei confronti di giornalisti e blogger in 4 episodi di violazione della libertà di stampa e di ostacolato accesso all’informazione. Leggi i loro nomi

INGRANDIMENTI

= Mafia. Una nuova minaccia di morte a Paolo Borrometi

= Sicilia. Montante fece spiare altri 3 giornalisti

= Modena. Sassi contro un video-cronista

= Escrementi contro la tabaccheria del padre di un cronista

= L’ex a.d. del Milan fece pedinare 4 giornalisti

LIBERTA’ DI STAMPA

= Caserta. Sotto protezione 10 giornalisti

= Unesco. Marilù Mastrogiovanni nella giuria del Premio Guillermo Cano

= Azerbaijan. Cadute alcune accuse al blogger Huseynov 

= Parigi. I giornalisti e il nuovo ristorante “Corleone”

MEMORIA

= Giornalisti. Gennaio in Sicilia è il mese dei morti

= Giustizia per Rocchelli. Markiv voleva evadere

=================================

Come produciamo queste informazioni – Le informazioni sulle intimidazioni, le minacce e gli abusi contro giornalisti e blogger e sulle più gravi violazioni della libertà di stampa e di espressione che si verificano in Italia sono tratte dal monitoraggio continuativo del fenomeno che Ossigeno per l’Informazione Onlus fa dal 2008 in poi, con un metodo scientifico che poggia su due pilastri: la verifica dei fatti e il volontariato professionale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.