Gli speciali di Ossigeno. Il caso Attilio Bolzoni

Ossigeno dedica uno speciale al giornalista di Repubblica Attilio Bolzoni che dopo lo scoop sull’ex presidente di confindustria Sicilia Antonello Montante è stato vittima di ritorsioni, minacce, pedinamenti

Ossigeno pubblica
Ritorsioni contro Bolzoni dopo lo scoop su Montante
Gli attacchi si sono intensificati dopo l’articolo con cui ha rivelato che la magistratura indagava per mafia sull’imprenditore siciliano campione della legalità

Una storia esemplare che riassume tutti i problemi
Non sono nuovi. Bisogna discuterne sapendo che alcune soluzioni spettano alle autorità ma altre risposte devono venire proprio dai giornalisti e dagli editori

Vergogna, disse Bolzoni, dopo l’arresto di Montante
Un giornalista mi aveva detto: noi scriviamo le cose quando le dice la magistratura. Le cose si scrivono prima. Impressiona la viltà e l’aspetto umano della vicenda

Mi hanno isolato, aveva detto Bolzoni all’Antimafia
A distanza di un anno i giornali non avevano ripreso il suo scoop con il quale aveva rivelato che l’industriale Montante era sotto inchiesta giudiziaria per mafia

1 commento
  1. Saverio Occhiuto
    Saverio Occhiuto dice:

    Il dovere di un cronista dovrebbe essere quello di fornire alla magistratura gli elementi utili per esercitare l’azione penale, non viceversa. Quello che attende le veline dei pm per fare lo “scoop”, è solo un giornalismo sdraiato che ho conosciuto bene in 40 anni di carriera. Il più inutile.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi a Saverio Occhiuto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.